3642 visitatori in 24 ore
 201 visitatori online adesso


Stampa il tuo libro



Vivì

Vivì

Cos'è una poesia se non un fiume di emozioni che sgorga dall'anima di chi la scrive e si riversa come una carezza nella mente di chi legge?
Comporre versi su versi ispirati da un suono, il ticchettio della pioggia o il richiamo di un implume nel suo nido...il pianto o il sorriso di un bambino o ... (continua)


La sua poesia preferita:
Cor sorpreso
Leva l'alba sugli oscuri anfratti
sorge rosea e
s'erge luminosa,
del palco mattutino è star divina
e primula sposa.
Spinge il sole tra l'ombrose fronde
e filtra,
gode illuminar dei cieli
coni all'ombra...
china gentil capo al mite...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Il monito della terra
Così una tragedia la terra rammenta
di sangue ch’è scorso e ha tanto bevuto
dei fieri e gagliardi, giovani cuori
che certo costretti han combattuto.

Irta corazza col cuor di leone
o forse soltanto vello d’agnello,
candido, creolo oppure...  leggi...

Uomo della luna
Uomo della luna
così che appare quell'icona
mentre sulla macchina del tempo
s'allontana...
Attila dello spazio- temporale
brancoli in abissi siderali
lasciandoti alle spalle
dune polverose,
e valli mefitiche e melmose...
e ancor steppe...  leggi...

Alletta i pensieri
Come sfiora le corde
d'un cuore
quel rumore
così accorto e ritmato...
come goccia,
come scorre al riparo.
Quanto alletta i pensieri
e l'ingloba
assai cheti,
assuefatti prigionieri
del passato...
come freme il fogliame
a quel tocco
e...  leggi...

Quel ciel primavera
Piove...
e bigio quel ciel primavera
s'ingombra a frotte di nubi
a schiera
e rovescia a dirotto
al selciato e sul tetto.
Piove...
e il sentore muschiato
ch'evapora all'aria
allerta i miei sensi
imbrigliando le nari
Piove...
e...  leggi...

Sotto il pergolato
E sordo bofonchia
quel livido cielo
e sorprende
con guizzo e boato...
poi picchietta sul cotto
e s'annuncia in sordina
e solerte tramuta
quel tocco argentino
al riparo...
poi goccia quel tonfo
attutito
e in rivoli scorre
alla...  leggi...

Di quei nembi il pianto
Giunge dal mare
lo strepito lontano

tuonando burrasca
e cupo inquieta.

E crepita quel far
che in un baleno irrompe
in sordo boato
squarciando i nembi
che bigi
e appesi gravano.

E uggia
del vento l'ululo
in quel suo mesto canto
e...  leggi...

E' mio
E' mio il sorriso fanciullo
che avverti nell'aria
che il tuo palpito culla
e la mente rallegra.

E' mio quello...  leggi...

Del vespro s'adorna
Del vespro s'adornan cirri
tal velo d'oriente che cela
del fascino dolce sorriso
e roseo ricopre ogni cosa.

Dama diafana dell'onirica reggia
erra cheta in quel blu che vagheggia,
poi invita all'alcova
gli amanti
e s'adorna...  leggi...

A che serve pregare
Non ha parole il dolore
unguento quel tanto
a lenire
lo strazio dal cuore.

A che serve pregare?
Non esiste parola
che possa lavare
l'angoscia dal cuore.

Né serve sperare
che il tempo faccia passare
oppure... guarire.

A che serve...  leggi...

Pellegrina io
Pellegrina al santuario
candore
a velar di sudario
rancore.
Quell’andar pelle nuda
sui sassi...
fustigar tanta pena
ogni passo
e serrar quel cilicio
che strazia...
Pencolar di quel tempo
che passa
o che manca, s’affretta
o ti pressa.
E...  leggi...

Tesse la tela
Tesse alfin la sua tela
piano piano tramando
è vischioso l'inganno
e bramosa l'attesa
di me come preda...
mi guarda e soppesa.

Immondo concetto
di tutto il creato
in stasi all'oscuro
pregusti il possesso
maxilla frementi.

Abbietta...  leggi...

Vivì

Vivì
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Cor sorpreso (08/01/2011)

La prima poesia pubblicata:
 
Canto alla Luna (05/01/2010)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Rimbrotta e rintrona (02/09/2018)

Vivì vi consiglia:
 Sul far della sera (17/01/2012)
 Questo mar (10/05/2012)
 Di quei nembi il pianto (29/09/2011)
 La mia terra (12/06/2011)
 Nell’abbraccio di nonna (26/04/2018)

La poesia più letta:
 
Tra le braccia di Morfeo (06/02/2010, 19878 letture)

Vivì ha 12 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Vivì!

Leggi i 2521 commenti di Vivì


Leggi i racconti di Vivì

Le raccolte di poesie di Vivì

Vivì su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 04/04/2018
 il giorno 30/12/2015
 il giorno 31/03/2014
 il giorno 21/01/2011
 il giorno 26/09/2010

Autore della settimana
 settimana dal 10/10/2011 al 16/10/2011.
 settimana dal 31/08/2010 al 06/09/2010.
 settimana dal 06/04/2010 al 12/04/2010.

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie Vivì? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



Vivì in rete:
Invia un messaggio privato a Vivì.


Vivì pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Orlando Furioso

L’Orlando furioso è un poema cavalleresco composto da 46 canti in ottave. L'opera, riprendendo la tradizione del ciclo (leggi...)
€ 0,99


Questa poesia è pubblicata anche nel sito RimeScelte

Vivì

Poesia pubblicata nello speciale 'Carnevale'

Messer Carnevale

Festivita'
Benvenuto a voi Messer Carnevale
che, coi frizzi e lazzi ogni anno tornate
e la tristezza dai cuori levate.
Ditemi Messere... avete tolto
al cielo un arcobaleno?
O ad un pittore la tavolozza
per codesta veste
...pazza?
Per me Messer Carnevale
siete come un grande folle giullare,
poiché quando arrivate
la gente invogliate in
danze sfrenate e goliardiche feste,
calando loro una maschera e cambiando la veste!
Vorrei anch'io cambiar di faccia mio allegro istrione
e indossar cappuccio con cotta di maglia
sotto lucente armatura,
porre un elmo di ferro sul capo mio fiero,
che mi trasformi così in splendido condottiero.
Obietterete allora voi, Messere
"Non si è mai vista donna cavaliere!"
Ed io risponderò con garbo...
"Non rammentate davvero Giovanna D'Arco?"
Orbene, tutti ammireranno
questo fiero condottiero, sulla sua bianca cavalcatura al trotto,
con croce al petto e spada sguainata, alla guida di mille cavalieri!
E la folla, al nostro passaggio, si aprirà in un varco
e con gran rispetto il capo chineranno.
Per qualche istante dimenticheranno
che questi giorni a voi son dedicati.
Chiedo vénia, Messer Carnevale!
Giacché, mai beltà e cotanta fierezza
furono mai visti per contrade
gremite di così tanta gente e maschere in festa
piene di frizzi, scherzi e lazzi!
Ma... se vorrete, Messere, vi farò l'onore
di nominare voi, mio fido scudiero!
E voi imperator del regno dell'Allegria,
ginocchio a terra e testa china,
come antico cavalier innanzi alla sua regina,
renderete omaggio a me, pulzella altera e fiera!
Ed io con sguardo avanti e spada tratta,
andrò con orgoglio a testa alta,
credendo ancor di essere...
Giovanna D'Arco!


Vivì 09/02/2010 15:42| 24| 6931 6780


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - Giorgia Spurio - Angela Rainieri
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.


 

I commenti dei lettori alla poesia:
Non ci sono messaggi nella bacheca pubblica dei lettori.
Scrivi il tuo commento su questa poesia
Sei un lettore? Hai un commento, una sensazione, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori? Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«mi è piaciuto molto il tuo stile ...ricorda un po lo stil novo...
originale il dialogo con messer carnevale.»
claudia cafagna (13/02/2010) Modifica questo commento

«Una trasposizione epica scritta in maniera magistrale.
Complimenti alla pulzella...»
Doraforino (11/02/2010) Modifica questo commento

«E' davvero magistrale l'abilità con la quale l'Autrice intreccia la Storia ed i personaggi, frutto di una sensibilità e una fantasia, superiori...
Questa poesia è superbamente bella!
Applausi con inchino alla "Pulzella"!»
Antonella Scamarda (11/02/2010) Modifica questo commento

«Elevata Dama a te i miei inchini meraviglioso incantevole affascinante poema fiocchi ed abbracci! LA CONSERVO COME UN DIAMANTE»
Giovanna De Santis (10/02/2010) Modifica questo commento

«Versi meravigliosi e freschi, letti d'un fiato e apprezzati tantissimo in questo poema dall'atmosfera medioevale e austera...
Sublime e di gran pregio, una chicca da fiocco rosso. Piaciutissima»
Club ScrivereAngela Rainieri (10/02/2010) Modifica questo commento

«Simpatica e dal tono gioioso, in un camminare a ritroso nel tempo. M'ha fatto pensare al carnevale di Venezia, credo il Re dei Carnevali, e alla sua atmosfera un po' pazza ma bellissima. Versi piacevolmente gustati, per una ventata di fresca serenità.»
Club ScrivereFranca Canfora (10/02/2010) Modifica questo commento

«Un poema fantasioso che riporta in altri tempi, scritto a mio parere molto bene, originale e intensa per lo stile. Brava brava, molto divertita, lettura piaciuta»
Daniela Pacelli (10/02/2010) Modifica questo commento

«meraviglioso poema a cantare la festa... versi molto belli, divinamente scritti.»
Salvatore Ferranti (10/02/2010) Modifica questo commento

«Bellissima poesia un piccolo poema epico che affronta in maniera superlativa l'annosa diattriba sulla presunta inferiorità delle donne e con molta eleganza celebra l'inevitabile sconfitta del maschio sul piano della dialettica»
Angela (10/02/2010) Modifica questo commento

«Ebbene sì! Vorrei esser pulzella anch'io, al tuo fianco guerreggiar e farmi beffe di quel messer Carnevale che si scandalizza tanto nel veder donna indossar virili vesti! Grande maestria, in questi tuoi versi, sfrenata fantasia e grande sapienza!»
Club ScrivereNemesis Marina Perozzi (09/02/2010) Modifica questo commento

«magistrale questa costruzione dal vecchio sapore antico, che ti prende in un crescendo e ti trasporta nel tempo che fu dei cavalieri e dei misteri, di quando nelle parole si celavano le leggende, i misteri da nascondere e da tramandare nel tempo nei segni che solo pochi eletti potevano leggere, che solo in pochi sapevano decifrare, paesaggi runici in cui i Re, non più portatori di verità, si inchinavano al cospetto di quelle verità nascoste. Donna Cavaliere che ancora una volta esponi il tuo cuore e combatti il conformismo, che abbatti le regole imposte dall'umano sentire, ora costretto a piegarsi alla forza fiera di quell'impeto di Pulzella, pur sapendo che dopo ne pagherà il conto, amaro, per ritornare tra loro, questa volta senza sorrisi»
jan (09/02/2010) Modifica questo commento

«La singolarità con cui hai affronatto l'argomento lascia esterefatti, la scelta dei personaggi messi a confronto, Giovanna D'Arco e Carnevale, sono sintomo di una fervida fantasia che rendono questa poesia e la sua autrice semplicemente unici!»
Darius (09/02/2010) Modifica questo commento

«Originalissima la tua esposizione... nel suo lessico la grande forza... e la magica fantasia... carnevalesca...
MOlto apprezzata...»
Club ScrivereAntonio Biancolillo (09/02/2010) Modifica questo commento

«letta tutta di un fiato, veramente bella, ben scritta. Una scena da copione mi viene di dire. Complimenti»
Club ScrivereMirella Santoniccolo Mairim14 (09/02/2010) Modifica questo commento

«Maestria tecnica in un divertente gioco carnascialesco che è da incorniciare, sia per il contenuto assai godibile e sia per la struttura dei versi in assoluta armonia di rime. Pregiata perché complessa. Bellissima. Da strafiocco anche perché assai impegnativa.»
Gianni Marras (09/02/2010) Modifica questo commento

«Più di un dipinto, per il magistrale intreccio articolato... un vero arazzo!
Davvero una grande poesia, madamigella... un sincero inchino!»
Kiaraluna (09/02/2010) Modifica questo commento

«Non è facile sapere intrecciare lo spessore del personaggio di Giovanna D'arco al contesto carnevalesco.
Ma, l'abilità della poetessa, ha saputo farlo magistralmente.
Apprezzatissima!»
Anna Maria Scamarda (09/02/2010) Modifica questo commento

«Lavoro notevole e originale svolto dalla poetessa. Lessico molto vicino all
'epoca cui è ambientata la poesia. Testo scorrevole, a tratti divertente. Insomma... bella.»
Rebecca Morgen (09/02/2010) Modifica questo commento

«quanta storia nei tuoi versi quante emozioni procura il carnevale hai scritto un poema bellissimo con molta abilità e tanta tanta fantasia complimenti poetessa una rosa per te»
Moreno il Duca (09/02/2010) Modifica questo commento

«Ma quanta storia in versi allegri e dotti Mai letta una poesia carnevalesca più seria e allegra»
Maria Rosy (09/02/2010) Modifica questo commento

«Lirica molto originale e talentuosa che appassiona la mente del lettore
fino all'ultima strofa...
Molto apprezzata»
Silvia De Angelis (09/02/2010) Modifica questo commento

«Preziosa come una perla di mare, evoluzione in versi, strabiliante atmosfera... Rimango sgomenta ed estasiata da tanta bravura!
Applausi a scena aperta!»
Pp (09/02/2010) Modifica questo commento

«Versi che si fanno scorrere tutti d'un fiato e donano allegria. Preziosa e incantevole, molto piaciuta!»
Raggioluminoso (09/02/2010) Modifica questo commento

«Originale lo spunto e scritta con notevole maestria; dilettevole, apprezzata moltissimo e letta con vero piacere!»
Club ScrivereCarlo Fracassi (09/02/2010) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Selezione per pubblicare un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN gratuito? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici? Sottoponetelo alla nostra selezione. (Scadenza di questa offerta: 30 giugno)
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione


Fantasticamente... mie
Messer Carnevale
Cavalier dolce cuore
Tesse la tela
Non lacrime per me
Nuvolette ubriache
Armonia di pensieri
Il canto di Telsiope
Aliizar dalla Lanterna


Le mie preferite
Tesse la tela
A che serve pregare
Briciole
Corvi
Brucia il gelo
Cavalier dolce cuore
Che t’importa
Ciao papà
Come una gatta
E' mio
Come un pagliaccio
Di me di te
Felinamente
Iena
Cor sorpreso
Il popolo del mare
Un sorriso per te Bambolina
Tenero ciangottio
No es arena il tiempo
Pellegrina io
Il tuo poetar
Messer Carnevale
Senza te
Passi di danza
Padre
Mani di fata
Un sorriso d'amore
Sentor burrasca
Del vespro s'adorna
Vertigo
Cielo iniquo
D’autunno si fregia
E' culla quel pensar
Concupiscenti brame
Gongolano di sogni
Di quei nembi il pianto
Buongiorno vita
C'est l'amour
Come l'araba fenice
E s'imbroncia e ridonda


Sensazioni... al femminile
Perle di sposa
Nel tempio del ghiaccio
La danza dei veli
Messer Carnevale
Come una gatta




Premio Scrivere 2012
Un bisbiglio di te Amore (Potessi, con un gesto, rendere eterno questo nostro amore)

Vivì
 I suoi 24 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Chico l’ornitorinco che non sapeva nuotare (11/02/2011)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Elydor, l’unicorno nero (2a parte) (16/10/2017)

Una proposta:
 
Elydor, l’unicorno nero (2a parte) (16/10/2017)

Il racconto più letto:
 
Il rapimento di Babbo Natale (11/12/2011, 4389 letture)


 Le poesie di Vivì



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it